Cornerstoneacademy.us

Cornerstoneacademy.us

Compilazione registro carico e scarico rifiuti trasportatore

Posted on Author Kazram Posted in Sistema

La prima copia la detiene il produttore dei rifiuti ed attesta la presa in carico del rifiuto da parte del trasportatore. Le altre tre copie viaggiano insieme al. Gestione dei rifiuti. •chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto compilazione dei registri di carico scarico dei rifiuti e dei formulari di. Le pagine del registro di carico e scarico sono composte da una serie di righe, Per i trasportatori di rifiuti è possibile annotare ogni singolo delle modalità di compilazione del modello A del registro di carico e scarico rifiuti. per il Trasporto dei rifiuti; e chiarisce le modalità di corretta compilazione dei registri di carico scarico dei rifiuti e dei formulari di.

Nome: compilazione registro carico e scarico rifiuti trasportatore
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza: Solo per uso personale
Dimensione del file: 64.62 MB

In attuazione delle disposizioni del codice dell'amministrazione digitale, di cui al decreto legislativo 7 marzo , n. Una copia del formulario deve rimanere presso il produttore e le altre tre, controfirmate e datate in arrivo dal destinatario, sono acquisite una dal destinatario e due dal trasportatore, che provvede a trasmetterne una al predetto produttore dei rifiuti.

Le copie del formulario devono essere conservate per cinque anni. Riteniamo che si tratti di una concreta semplificazione della procedura. Ambiente 30 marzo , n.

La circolare di cui sopra fornisce le seguenti precisazioni e chiarimenti operativi in merito alla modalità di tenuta e di compilazione del registro di carico e scarico: il registro di carico e scarico, deve essere completato con i dati relativi alla ditta, alla residenza e al codice fiscale prima della vidimazione.

Per ubicazione dell'esercizio, si intende: la sede dell'impianto di produzione, di stoccaggio, di recupero e di smaltimento di rifiuti o la sede operativa delle imprese che effettuano attività di raccolta e trasporto, intermediazione e commercio di rifiuti; nella prima colonna del registro prima colonna degli allegati A-2 e B-2 al decreto ministeriale n.

In questo caso, nel registro dovranno essere indicate le date di inizio e di fine trasporto; nel caso in cui i registri siano tenuti mediante strumenti formatici, il modulo continuo da utilizzare deve essere conforme al modello riportato negli allegati A o B al decreto ministeriale n.

I medesimi soggetti devono tenere, inoltre, il registro previsto dal regolamento di cui al decreto legislativo 30 aprile , n.

In tal caso l'annotazione sul registro è da riferire al formulario emesso dal produttore ed ai fini dell'integrazione con il registro, l'intermediario dovrà allegare una copia fotostatica dei formulario; i soggetti sottoposti all'obbligo dei registri di carico e scarico possono tenere un solo registro per le diverse attività indicate al punto 2, dell'allegato A-1, al decreto ministeriale n.

In tal caso dovranno essere barrate le caselle corrispondenti alle attività svolte. Tuttavia, nel caso di più impianti distinti all'interno di un medesimo stabilimento ogni impianto dovrà disporre di un registro di carico, e scarico; il registro di carico e scarico di cui al precedente decreto ministeriale n.

Una copia del formulario deve rimanere presso il produttore e le altre tre, controfirmate e datate in arrivo dal destinatario, sono acquisite una dal destinatario e due dal trasportatore, che provvede a trasmetterne una al predetto produttore dei rifiuti.

Le copie del formulario devono essere conservate per cinque anni.

Riteniamo che si tratti di una concreta semplificazione della procedura. Ambiente 30 marzo , n.

Esso sostituisce il modello di dichiarazione, allegato al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 17 dicembre , confermato dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 21 dicembre , Esso sara' utilizzato per le dichiarazioni da presentare entro il 30 aprile di ogni anno, come previsto dalla legge 25 gennaio , n.


Ultimi articoli