Cornerstoneacademy.us

Cornerstoneacademy.us

Perdita colonna di scarico condominiale

Posted on Author Tunris Posted in Autisti

Perché perde la. Tempo fa il proprietario di un appartamento sotto al mio, ha lamentato una perdita dalla colonna di scarico condominiale,ha contattato. cornerstoneacademy.us › i-tuoi-diritti › casa-e-condominio. Molto semplicemente, la perdita d'acqua è attribuita alla colonna di scarico condominiale. Anzi, ancora più precisamente, alla luce dei risultati.

Nome: perdita colonna di scarico condominiale
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza: Solo per uso personale
Dimensione del file: 70.78 Megabytes

Per l'impianto di scarico delle acque la presunzione di comproprietà, prevista dall'art. In sostanza la proprietà dei tubi di scarico dei singoli condomini si estende fino al punto del loro raccordo con l'innesto nella colonna verticale, all'altezza di ciascun piano dell'edificio mentre la parte della colonna di scarico che, all'altezza dei singoli piani dell'edificio condominiale, funge da raccordo tra tale colonna e lo scarico dei singoli appartamenti braga va qualificato come bene condominiale, proprio in relazione alla sua funzione e in quanto strutturalmente collegata al tratto verticale dello scarico del quale costituisce parte essenziale.

Ne consegue che, a norma dell'articolo , comma 1, del codice civile, l'imputazione delle spese per la riparazione si fonda sulla proprietà comune o esclusiva, essendo a carico di tutti i condomini le spese per le riparazioni alle tubature comuni e a carico dei rispettivi proprietari i contributi per le riparazioni effettuate nelle parti in cui le tubazioni si diramano verso i singoli appartamenti in tal senso Cass. Quando i canali di scarico sono destinati a servire solo una parte dell'intero fabbricato le spese di manutenzione sono poste a carico del gruppo di condomini che ne trae utilità.

I presupposti per l'attribuzione della proprietà comune a vantaggio di tutti i partecipanti al condominio, difatti, vengono meno se le cose, i servizi e gli impianti di uso comune, per oggettivi caratteri materiali e funzionali, sono necessari per l'esistenza o per l'uso, ovvero sono destinati all'uso o al servizio non di tutto l'edificio, ma di una sola parte o di alcune parti di esso.

Le casistiche Ricca è la casistica affrontata dalla giurisprudenza.

In primo luogo, è stato affrontato il tema delle infiltrazioni provenienti dai muri perimetrali. I Giudici hanno affermato che questi devono ritenersi parti comuni e, dunque, sarà il condominio a rispondere dei danni cagionati a terzi dalla rottura di tubature ivi poste.

Altro caso interessante — e recentemente affrontato dalla Cassazione — è quello delle infiltrazioni provenienti dal terrazzo a livello deteriorato e mai oggetto di manutenzione.

Come noto, il terrazzo a livello è quella superficie scoperta posta alla estremità di taluni appartamenti, spesso sullo stesso piano di altri che ne sono sprovvisti, e la cui utilità è duplice: per il proprietario costituisce espansione del proprio immobile e motivo di comodità, mentre per il condominio è un utile strumento di copertura del fabbricato. Ti potrebbe interessare anche:.

Nel caso che il danno fosse dovuto ad un comportamento negligente di uno dei condomini, che avesse comportato la rottura od il danneggiamento del tubo, le spese conseguenti alla riparazione dovrebbero essere a lui imputate; ma nel caso di una rottura dovuta ad uno spostamento dell'asse dei tubi, per usura o qualche altra causa indipendente dalla responsabilita' dei singoli condomini, mi sembrerebbe che debba essere il condominio a farsene carico.

In questo caso, come fare per accertarlo?

A chi tocca pagare le spese e i danni quando si rompe la colonna di scarico

Vi pregherei di un parere in merito, da poter produrre in Assemblea. Inoltre, nel caso sia corretta l'interpretazione per cui debbano pagare soltanto i condomini i cui scarichi sono collegati alla colonna in questione, come si puo' essere sicuri di quali essi siano?

Vi ringrazio per l'attenzione e resto in attesa di un vostro riscontro Cristina, da Camerino MC Risposta: ovviamente, se il problema è stato causato da uno specifico condomino e questo è dimostrabile, sarà questi che dovrà farsi carico dei costi di riparazione.

Ovvero, dovrà pagare solo chi usufruisce di quella particolare diramazione.


Ultimi articoli